Cerca nel blog

Efficacia del Corsetto Chêneau nel trattamento della Scoliosi Idiopatica.

Il caso che vi mostro in questo post l'ho presentato al Convegno di Aggiornamento dal tema "Scoliosi e Ginnastica" che si è tenuto a Ottobre all'Istituto Duchenne, Scuola Nazionale di Educazione Fisica.
Nelle immagini che vi mostrerò, potrete vedere la grande efficacia del Corsetto Chêneau nel trattamento di una Scoliosi Idiopatica in un ragazzo di 14 anni che sto seguendo in palestra.
Ho conosciuto il ragazzo e la sua famiglia ad Aprile 2014 e dopo una valutazione iniziale consigliai di fare una visita dal Prof. Marco Pecchioli.

Il responso della prima visita, effettuata il 14 Aprile 2014, è il seguente.






Situazione iniziale.





La foto della schiena del ragazzo e la rx eseguita a Maggio 2014 messa accanto mostrano chiaramente la Scoliosi lombare sinistra e il fianco destro più incavato rispetto al sinistro.

Questa è la schiena vista in flessione: potete notare il gibbo lombare sinistro, elemento essenziale e significativo che contraddistingue la Scoliosi.




In dettaglio vi mostro la forte rotazione delle vertebre lombari.




Nella rx si può notare come le vertebre lombari presentino i peduncoli (i peduncoli sono una zona anatomica delle vertebre e nella rx sono quegli "occhietti" che si vedono sulle vertebre stesse) molto asimmetrici, cioè uno si vede di più e uno si vede di meno, nel caso specifico quello di sinistra si vede di più rispetto a quello di destra.
E questo è il responso del Prof. Marco Pecchioli al controllo di Maggio.





Il Corsetto Chêneau.


 


Il programma di Ginnastica Correttiva secondo le tecniche I.D. che imposto è quello classico:

  • sospensioni simmetriche (alla spalliera, alla scala orizzontale, al trapezio...)
  • allungamento dei muscoli ischio-crurali e studio delle inclinazioni (in particolare di quelle in sospensione-appoggio frontale alla spalliera)
  • esercizi di controllo posturale (schema corporeo, autoallungamento, asse di equilibrio Baumann,...)

A Settembre 2014 viene eseguite una rx di controllo in corsetto, per valutare la sua efficacia e questo è il risultato.


Rx di controllo in corsetto
Dettaglio sulle vertebre lombari


Ecco le due rx a confronto.


Maggio
Settembre

Maggio
Settembre


Il corsetto Chêneau e la radiografia di controllo accanto mostrano come agisca alla perfezione la spinta sulla zona lombare.




La rotazione delle vertebre è praticamente annullata!
Nella rx di Settembre si nota benissimo che i due peduncoli delle vertebre sono praticamente simmetrici e ben visibili entrambi!
Questo sta a significare che la rotazione vertebrale non c'è e che le vertebre sono dritte!
Quindi il corsetto Chêneau funziona alla perfezione!

La situazione di Maggio e quella di Settembre a confronto.


Maggio
Settembre
Maggio
Settembre


Maggio
Settembre

Il trattamento chiaramente non è finito.
C'è ancora molto da lavorare sia con la Ginnastica Correttiva che con il corsetto Chêneau.
Però viste le premesse si può affermare che è stata presa la strada giusta!
Ora si deve solo proseguire!
Tenete presente che i risultati ottenuti fino ad ora sono frutto di soli 5 mesi di lavoro! Da Maggio a Settembre!
Quindi teoricamente i mesi più difficili, visto che d'estate normalmente il corsetto viene indossato solo di notte e se possibile qualche ora durante il giorno.
Il lavoro di Ginnastica in palestra rallenta o si interrompe per le vacanze, anche se noi consigliamo a tutti di comprare una spalliera svedese ad una campata da mettere in casa per svolgere alcuni esercizi tutti i giorni o almeno le sospensioni.
Attualmente il ragazzo viene in palestra due volte a settimana e indossa il corsetto per 22 ore al giorno!
Dal punto di vista dell'impegno un vero esempio!
Sottolineo che il corsetto Chêneau viene prescritto dal Prof. Marco Pecchioli quando la scoliosi supera i 20 gradi di angolazione Cobb (prima viene prescritta solo Ginnastica Correttiva come prevenzione), che il corsetto è la vera cura della scoliosi, ma la Ginnastica Correttiva secondo le tecniche I.D. è fondamentale per aiutare la persona a tollerare meglio il corsetto rinforzando e allungando i muscoli, mobilizzando le grandi articolazioni (in particolare le anche) e migliorando l'assetto posturale.
Presto spiegherò meglio questi concetti in un nuovo articolo sulla scoliosi.
Come sempre vi invito a farmi tutte le domande che volete o a contattarmi direttamente per avere ulteriori informazioni sia sulla Ginnastica Correttiva secondo le tecniche I.D. (Istituto Duchenne) che sul corsetto Chêneau.
Vi terrò aggiornati sull'evoluzione di questo bellissimo caso!
A presto!

Nessun commento:

Posta un commento